Sconto del 10% sul primo ordine! Spedizione GRATUITA per acquisti superiori a 35€!



Campane Tibetane: Origini e come Sceglierle

Pubblicato da Beatrice Elerdini il

campane tibetane

Negli ultimi anni se ne vedono molte in giro: conoscete le campane tibetane? Sono piccole ciotole vuote, spesso decorate, di diverse dimensioni, originarie del Tibet. Vengono utilizzate non soltanto come strumenti sonori, ma anche come potenti mezzi per allontanare lo stress e conquistare il benessere perduto. Le campane tibetane vengono vendute con un batacchio che viene utilizzato per colpire la ciotola come un gong o per strofinarne il bordo. Grazie a queste tecniche, le campane producono una vibrazione più o meno intensa a seconda delle dimensioni e del modello, che si irradia lungo tutto il corpo, raggiungendo gli organi vitali e il cervello: il risultato che si ottiene è un profondo senso di rilassamento generalizzato. Siete curiosi di saperne di più? Scopriamo le origini delle campane tibetane, le caratteristiche e i benefici prodotti.

 

LE ORIGINI DELLE CAMPANE TIBETANE

Le campane tibetane, dette anche 'singing bowls', risalgono a circa 3000 anni fa: sono comparse inizialmente in Tibet per poi diffondersi rapidamente anche in India, Nepal, Giappone e Cina. Secondo le fonti più autorevoli, venivano utilizzate dagli sciamani per guarire le persone: si narra infatti che il loro suono avvicinasse le persone alle divinità. Solitamente venivano costruite in specifiche fasi lunari, inoltre la forgiatura era accompagnata dalla ripetizione di un mantra, che serviva per attribuire alle campane tibetane particolati poteri. Per secoli sono state custodite alla stregua di oggetti sacri nei monasteri tibetani, soltanto dagli anni '50 hanno iniziato a diffondersi anche in Occidente.

campane tibetane


I MATERIALI DELLE CAMPANE TIBETANE

Le campane tibetane sono solitamente realizzate con una particolare lega composta da 7 metalli principali: l'oro collegato al Sole, l’argento collegato alla Luna, il mercurio collegato a Mercurio, il rame collegato a Venere, il ferro collegato a Marte, lo stagno collegato a Giove, il piombo collegato a Saturno. Alcune si compongono anche di 9 metalli (come la campana Chö-pa). Grazie all'unione di più metalli le campane tibetane producono il loro caratteristico suono. Il procedimento utilizzato anticamente per creare la lega è tuttora sconosciuto.



I BENEFICI DELLE CAMPANE TIBETANE

Le campane tibetane sono sopravvissute al trascorrere delle epoche soprattutto grazie alle loro proprietà benefiche sulla mente e il corpo. Grazie alle vibrazioni che riproducono il suono OM, la sacra sillaba da cui ha avuto origine l'universo, l'ansia e lo stress vengono allontanati, così come varie forme di disagio psicologico rimaste irrisolte. Non solo, le campane tibetane permettono di migliorare la concentrazione, rinforzare il sistema immunitario e diminuire le tensioni e contrazioni muscolari. Infine, essendo realizzate con 7 metalli diversi che corrispondono ai 7 pianeti, sono molto utili per riequilibrare i 7 chakra


Ecco dunque perché l'impiego delle campane tibetane è molto diffuso nelle lezioni di yoga, pilates e varie forme di meditazione.

 

TIPI DI CAMPANE TIBETANE E COME SCEGLIERLE

Le campane tibetane non sono affatto tutte uguali: possono avere dimensioni, spessore, composizione e decorazioni differenti. Prima di effettuare un acquisto è importante accertarsi che la campana prescelta sia stata realizzata artigianalmente, ovvero battuta a mano, e che sia il meno decorata possibile (come la Ishana, dorata all'interno e nera all'esterno). Le incisioni infatti influiscono notevolmente sulla qualità delle vibrazioni prodotte. E’ inoltre fondamentale che sia originaria del Tibet o del Nepal e che sia stata prodotta con i 7 metalli principali.

0 commenti

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati