Sconto del 10% sul primo ordine! Spedizione GRATUITA per acquisti superiori a 35€!



Mandala: cosa sono e cosa rappresentano

Pubblicato da Eleonora Ornella Morolli il

Che cos’è un mandala? 

Sicuramente abbiamo visto almeno una volta queste bellissime creazioni, o ad una fiera, fatto dai monaci, o in qualche rivista o addirittura mentre veniva colorato da un bambino. Pensate che ne hanno fatto anche un filtro di Instagram!

Se li abbiamo visti in una fiera, allora sono sicuramente quelli “originali”, fatti dai monaci buddhisti con della finissima sabbia colorata, utile per creare dei disegni spettacolari e di complessa difficoltà. Queste bellissime creazioni, appena terminate, vengono distrutte, per ricordare che nulla dura per sempre.

Il disegno del mandala può essere interpretato in due modi: come rappresentazione visiva dell’universo o come guida per diverse pratiche spirituali che si svolgono in molte tradizioni asiatiche, inclusa la meditazione. Nell’induismo e nel buddhismo la convinzione è che, entrando nel mandala e procedendo verso il suo centro, si è guidati attraverso il processo cosmico di trasformazione da uno stato di sofferenza ad uno di gioia e felicità.

Nella tradizione tibetana un mandala è costituito dai 5 elementi che compongono il nostro universo:

La terra, giallo – fermezza, solidità, fiducia: dà la vita;

L’acqua, bianco – fluidità, flessibilità: armonizza la vita;

Il fuoco, rosso – sole, calore, vitalità: matura la vita;

L’aria, verde – respiro della terra, scambio, comunicazione: anima la vita;

Lo spazio, blu – l’infinito, la libertà: accoglie la vita.


Cosa rappresentano i mandala


Il mandala è un insieme di figure, principalmente geometriche, che si sviluppano all’interno e/o attorno ad un cerchio.

All’interno dei loro intricati schemi circolari, si possono trovare simboli comuni in tutti i mandala. Tradizionalmente, includono la presenza della mente del Buddha in una forma astratta, più comunemente rappresentata come una ruota, un albero, un fiore o un gioiello.

Il centro è un punto, che è un simbolo considerato privo di dimensioni. È interpretato come il punto di partenza, l’inizio della contemplazione e della devozione al divino. Da lì, il punto è circondato da linee e motivi geometrici che simboleggiano l’universo, circondato dal cerchio esterno che rappresenta la natura ciclica della vita.

Secondo la tradizione orientale i mandala sono una rappresentazione dell’universo, ma anche della nostra stessa dimensione personale. Quando siamo noi a disegnare creiamo quindi un mandala che è una rappresentazione del nostro mondo interiore, espressione del nostro stato d’animo.


Storia dei mandala


Mandala in sanscrito significa “centro, circolo, anello magico”. Il termine in origine era associato a elementi celesti quali il Sole e la Luna. Soltanto in seguito venne accostato ai disegni che conosciamo oggi. 

Pare proprio che il fondatore del buddhismo, Siddharta Gautamala, dopo che conobbe le sofferenze umane ed intraprese il suo viaggio per raggiungere l’illuminazione, percorse anche la via della seta e lì, iniziò a diffondere la pratica di dipingere queste composizioni spirituali, chiamate appunto mandala.


Perché colorare i mandala


Secondo la psicologia moderna, colorare porta degli ottimi benefici sia che a farlo siano adulti o bambini. Il primo tra tutti i benefici è alleviare lo stress. Infatti, quando ci si concentra su un’attività manuale, la mente si libera, si rilassa e si alleggerisce dai pensieri che ci tormentano a volte anche senza motivo. Inoltre, colorare aiuta anche a stimolare parti del cervello predisposte alla coordinazione alla vista, oltre che alle emozioni. Realizzare mandala è una vera e propria palestra per i bambini. Colorarli aiuta proprio a esteriorizzare il proprio io e le proprie emozioni, quelle che si provano mentre si realizza un mandala.


Visti i suoi benefici, abbiamo deciso di allegare all’articolo alcuni mandala che potete scaricare e colorare. Per chi, invece, è più hi-tech esistono varie APP gratuite che potete scaricare dai Store che vi permettono di “colorare” i mandala direttamente dal vostro telefono o dal tablet come: Mandoo (Android) o Mandala Maker (iOS). Sperando di poter, in qualche modo, allietare le vostre giornate.

 

0 commenti

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati