Sconto del 10% sul primo ordine! Spedizione GRATUITA per acquisti superiori a 35€!



Sciroppo alla Lavanda

Pubblicato da Eleonora Ornella Morolli il

Oggi volevamo proporvi una gustosissima ricetta che potrà andare ad abbellire i vostri piatti e rinfrescare la vostra estate. Stiamo parlando dello sciroppo alla Lavanda

Di Lavanda se ne trova tantissima in giro e per chi ce l’ha in casa (come noi) è bellissima e profumatissima da avere. Ma i suoi utilizzi? 

I suoi utilizzi sono molteplici. Si parte dai sacchettini profumati antitarme da mettere nell’armadio, agli smudge stick alla lavanda e, dulcis in fundo, all’utilizzo in cucina! Come? Facendo un gustosissimo sciroppo alla lavanda! 

Questo sciroppo, benché poco conosciuto può essere utilizzato in tantissimi modi sulle nostre tavole, come tè e tisane calde, come bevanda fredda e nel latte di soia montato (il mio preferito). Si può aggiungere come profumazione ai nostri cocktail. Si può aggiungere per aromatizzare yogurt, dolci, gelati e ci si può anche bagnare il pan di spagna. 

Ricordiamo che i fiori della Lavanda sono anche molto importanti in fitoterapia. Hanno infatti una funzione calmante e sedativa sul sistema nervoso. Sono utili in caso di ansia, agitazione, nervosismo, stress, mal di testa ed insonnia. Questa incredibile pianta aiuta anche le vie respiratorie, liberandole da tosse e catarro. E non solo! aiuta anche il nostro stomaco diminuendo spasmi e dolori, rilassando il ventre. 

Insomma, ha tantissime proprietà, e i suoi utilizzi sono sempre ben graditi dal nostro corpo! 


INGREDIENTI:

600 gr di acqua; 

450 gr di zucchero; 

1 cucchiaino di miele;

5 cucchiaini di fiori di lavanda;

1 punta di gelatina per dolci;

1 barattolino di vetro sterilizzato;

Se volete un gusto più intenso o più leggero, aggiungete più fiori di lavanda. 


PROCEDIMENTO:

Mettete in un padellino l’acqua, lo zucchero e il miele e fate scaldare fino ad ebollizione. Aggiungete la Lavanda, abbassate il fuoco e fate cuocere altri 10 min. 

Spegnete il fuoco, aggiungete la gelatina e lasciate riposare mezz’ora. 

Con l’aiuto di un colino, travasate lo sciroppo nel vostro contenitore. 


CONSIGLI:

Se volete farlo durare un pochettino di più (io ho fatto dei vasetti da regalare) mettetelo sottovuoto! 

È possibile utilizzare zucchero di canna e zucchero classico. 

Se il vostro sciroppo verrà più scuro, non preoccupatevi; può capitare (a me è venuto abbastanza scuro, anche perché ho utilizzato lo zucchero di canna). 

Si possono utilizzare sia fiori freschi che secchi. 


CONSERVAZIONE: 

Sottovuoto 2-3 mesi in luogo fresco e buio o anche in frigo. 

Una volta aperto, va conservato in frigo ed è meglio consumarlo velocemente, per non perderne l’aroma. 

Non vi resta che testare anche voi le proprietà di questa bellissima pianta anche nella vostra cucina!

0 commenti

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati