Sconto del 10% sul primo ordine! Spedizione GRATUITA per acquisti superiori a 35€!



Anello Namaste con loto

Prezzo di listino €4,95

Anello regolabile con incisione Namasté e un fiore di loto.

La parola namasté ha origini molto antiche e viene utilizzata spesso alla fine delle lezioni di yoga verso il maestro. Letteralmente significa "mi inchino a te", "ti saluto" o "ti ammiro".
Ora che conosciamo il significato semantico della parola, conosciamo anche quello fisico-spirituale.
Nella lingua sanscrita,  il termine “namas” può essere interpretato come “niente di mio”, nel senso che l’ego si riduce al nulla, sottolineando un atteggiamento di umiltà di fronte agli altri. Se questo saluto viene dal cuore, si stabilisce una connessione genuina con le persone, al di sopra delle aspettative e delle maschere sociali. Un’altra sfumatura spirituale di questa parola multisfaccettata risiede nella credenza che esista un scintilla divina in ognuno di noi. Quando pronunciamo la parola “namasté” accompagnandola con il gesto delle mani, o mudra, in segno di preghiera e con la testa inclinata, quindi, stiamo silenziosamente riconoscendo la presenza divina in noi e nell’altro. Se lo esprimiamo con altre parole, suonerebbe come: “La scintilla divina che è in me riconosce la scintilla divina che è in te”.

Non dimentichiamoci del fiore di Loto, il quale ha origini molto antiche: rappresenta lo spirito e il corpo che intraprendono il viaggio verso la purificazione e l’illuminazione. Infatti il fiore di loto cresce nel fango (samsara), si “pulisce” nell'acqua (depurazione) fino ad uscirne e sbocciare in un bellissimo fiore (illuminazione). Inoltre, la radice sta per la pratica degli insegnamenti Buddhisti che sollevano la mente al di sopra del fango dell’esistenza terrena, e da luogo alla purezza d’animo.